REGALI DI NATALE 2016: scarta come se non ci fosse un domani!

Hai mai avuto la sensazione che, a volte, alle tue produzioni musicali mancasse groove, respiro, ritmica, pulsazione?

Se ti è successo, allora apri bene le orecchie perché le feste fungeranno da vero spartiacque per te:  ci sarà un prima ed un dopo.

Come ben sai, una produzione audio con una batteria mediocre è, per definizione, una produzione mediocre.

Puoi avere:

  • le chitarre più rock del mondo, il basso più profondo e graffiante della terra
  • il cantante più.. (vabbè.. lo sappiamo, i cantanti sono un mondo a parte… eh, proprio come le donne, guai se non ci fossero, le amiamo, le adoriamo, non potremmo vivere senza, ma quando ci sono è un casino… ! ma comunque… MASCHILISTA!!! ANTICANTANTISTAA!!! ma comunque dicevo.. )
  • i synth più magici dell’universo

MA senza sotto una batteria con i “controcazzi” (si può dire controXXXXX?”), tutto il resto nel contesto risulta spento, sciatto, sbiadito; no?

Se PRIMA di queste feste le tue batterie esprimevano solo un buon potenziale ma non sono mai state all’altezza della tua arte, DOPO queste feste non ci sarà più storia!

No, no… non i soliti tutorial su come mettere il microfono nella cassa, o come piazzare gli over…

Quelli sono argomenti già ampiamente approfonditi all’interno di Recording Turbo System in modo oserei dire maniacale (anche se mi tocca ammettere che si possono trovare in rete molti altri validi tutorial sull’argomento); niente di tutto questo; stavolta…

Come ottenere delle batterie stellari

Rino Cavalli ci insegna come ottenere delle batterie stellari a partire dai fusti, l’accordatura, le meccaniche, i tiranti, le rondelle e l’aria che circonda il set attraverso cui si propagano le onde acustiche.. insomma, più semplicemente, tutto quello su cui puoi intervenire prima del microfono, in modo da dare in pasto alla tua DAW degli 1 e degli 0 più colorati, esuberanti, magici!

Rino è di Bolzano dove insegna da più di 15 anni (Cesfor), suona con i Didols di Pordenone ed rintracciabile qui: www.rinocavalli.com o qui: www.facebook.com/batteristico/

Come nasconderla se l’hai fatta fuori dal vaso…

Andrea Muccioli ci spiega “come nasconderla se l’hai fatta fuori dal vaso” 🙂 Hai registrato delle batterie “circa”?

NOOO, NON CI CREDO!!! E PERCHE’ NON TI SEI ISCRITTO PRIMA A RECORDING TURBO SYSTEM, ALLORA?? Vai e rimedia subito da QUI!

Ad ogni modo, visto che ormai il danno è fatto, ed a costo di far venire un infarto a Rino Cavalli ed a tutti i puristi del pre-microfono, ecco qui le soluzioni a tutti i tuoi guai, a partire dalle tecniche “regolamentari” (compressioni, equalizzazioni, ambienti della batteria)..

fino a quelle tecniche segrete, vietate dalla convenzione di Ginevra assieme alle armi laser accecanti, che solo i ninja del mixaggio conoscono ed applicano senza essere scoperti… il tutto SENZA MAI SOSTITUIRE NEANCHE UN SAMPLE DI QUANTO REGISTRATO!!!

(non provate a parlargli di suoni della batteria sostituiti con campioni pre-registrati:  Andrea diventa irascibile e pericoloso).

Come farla in barba alla categoria A (puristi del suono pre-microfono) e B (allergici cronici al retriggering)

Francesco Guaraldi ci insegna come farla in barba alla categoria A (puristi del suono pre-microfono) e B (allergici cronici al retriggering).

In altre parole, hai una scheda audio da 6 € ed un solo microfono a jack mono comprato dai cinesi ma vuoi ugualmente far suonare le tue batterie come quelle del Black Album?

Il mio omonimo in questi tutorial farà letteralmente venire le verruche a Rino e l’orticaria ad Andrea con i suoi trigger e resampling!

Come invertire l’intero universo conosciuto

Il tutto condito dall’intervento di un nostro storico allievo del Recording Turbo System, Giovanni Cornara, che da buon elettrotecnico (amante delle valvole) ci aiuterà a capire come invertire l’intero universo conosciuto trasformando la minestra di verdure in filetto al pepe verde, il piombo in oro e le casse in microfoni…

Insomma, nei prossimi giorni di festa, fino a quando la vecchiaccia non si porterà via tutte le feste, ne vedrai delle belle: in 3 parole… ha inizio ora il…

DRAGON DRUM FIGHTING TOURNAMENT 2016!
(occhio alle prossime emali di Scuolasuono.it)

(PS: se non conosci il Black Album dei Metallica, può essere un buon momento per espandere i tuoi orizzonti musicali ed ascoltare dei suoni di batteria da paura che hanno fatto la storia del rock)


 

REGALO 1:
Quando l’acustica incontra l’elettronica nel mix

Detto ciò, ecco a te l’apripista dei regali di Scuolasuono.it, l’aperitivo insomma… il [REGALO 1]:

“Quando l’acustica incontra l’elettronica nel mix” in cui Matteo Capasso nel suo home studio di Bari, con pochi strumenti acustici, 3 sparuti microfoni economici e la sua buona musica è riuscito ad ottenere gran mix “elettroacustronico”.

25 mitici minuti di trucchi e strategie per trasformare le tue idee acustiche in vere e proprie produzioni professionali..

Lo trovi cliccando qui:

 “Quando l’acustica incontra l’elettronica nel mix”

 

1 Comment

  1. Pasquale

    mi fa piacere sapere che essere iscritto sia sempre così utile, grazie degli omaggi

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scuolasuono - © Copyright - tutti i diritti riservati
FRANCESCO NANO s.p - Opatje Selo 21 5291 Miren SL
Reg: 6861270 - Cod. fiscale: 80184944